Microbiota e fibromialgia: uno studio rivelatore condotto a Montreal nel 2019 - Microbiota Care
Telefono

+337-751-7890

Email

[email protected]

Orari di apertura

Da lunedì a venerdì: dalle 7.00 alle 19.00

La fibromialgia è un disturbo cronico caratterizzato da dolore muscolare diffuso, affaticamento persistente, disturbi del sonno e maggiore sensibilità agli stimoli dolorosi. La malattia colpisce circa 2-4 % della popolazione mondiale, con una prevalenza maggiore nelle donne rispetto agli uomini. In Canada, si stima che circa 900.000 persone soffrano di fibromialgia, il che rappresenta una sfida importante per il sistema sanitario.

Il microbiota intestinale e la sua importanza per la salute umana

Il microbiota intestinale, composto da miliardi di batteri che vivono nel nostro tratto digestivo, svolge un ruolo fondamentale per la nostra salute generale. Questi microrganismi sono coinvolti nella digestione degli alimenti, nello sviluppo del sistema immunitario e nella regolazione dell'infiammazione. Gli squilibri del microbiota intestinale sono stati collegati a diverse malattie come l'obesità, il diabete e le malattie infiammatorie croniche.

Funzioni chiave del microbiota intestinale

  • Digestione: i batteri intestinali aiutano a scomporre i carboidrati complessi in zuccheri semplici che il nostro organismo può assorbire.
  • Sintesi delle vitamine: alcuni batteri producono vitamine essenziali come la vitamina K e alcune vitamine del gruppo B.
  • Protezione dagli agenti patogeni: i batteri benefici competono con gli agenti patogeni per lo spazio e le risorse, impedendo loro di proliferare.
  • Regolazione del sistema immunitario: il microbiota intestinale contribuisce allo sviluppo e alla funzione delle cellule immunitarie, aiutando il nostro organismo a combattere le infezioni.
Vedi anche:  Microbiota e insufficienza renale: l'importanza del microbiota intestinale per la salute dei reni

Legame tra microbioma intestinale e fibromialgia

Nel 2019, alcuni ricercatori di Montreal hanno condotto uno studio per esplorare il legame tra il microbioma intestinale e la fibromialgia. A tal fine, hanno reclutato un gruppo di pazienti affetti da fibromialgia e un gruppo di controllo sano per il confronto.

Processo di ricerca

  • Criteri di selezione dei partecipanti: I partecipanti dovevano soddisfare i criteri diagnostici standard per la fibromialgia e non aver assunto antibiotici o probiotici negli ultimi tre mesi.
  • Metodologia: i ricercatori hanno raccolto campioni fecali dai partecipanti per analizzare la composizione del microbioma intestinale. Hanno utilizzato tecniche avanzate come il sequenziamento del DNA per identificare le diverse specie batteriche presenti.

Conclusioni dello studio

I risultati dello studio hanno rivelato che i pazienti affetti da fibromialgia presentavano uno squilibrio significativo nel loro microbioma intestinale rispetto al gruppo di controllo sano. Alcuni tipi specifici di batteri erano meno abbondanti nei pazienti con fibromialgia, suggerendo un potenziale legame tra questa malattia e la composizione del microbiota intestinale.

Batteri specifici associati alla fibromialgia

Lo studio ha identificato diverse specie batteriche la cui abbondanza era diversa nei pazienti fibromialgici rispetto ai controlli sani. Queste includono:

  • Faecalibacterium prausnitzii: meno abbondante nei pazienti affetti da fibromialgia, questo batterio è noto per le sue proprietà antinfiammatorie.
  • Bacteroides uniformis: anch'essa meno abbondante nei pazienti affetti da fibromialgia, questa specie può essere coinvolta nella regolazione del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi.
Vedi anche:  Microbiota e dieta: il ruolo cruciale dei batteri intestinali nella perdita di peso

 

Limiti e prospettive future

Sebbene questo studio sia promettente in termini di identificazione di un'associazione tra microbioma intestinale e fibromialgia, presenta alcuni limiti. In particolare, è difficile stabilire se questi cambiamenti nel microbiota siano una causa o una conseguenza della malattia. Sono necessarie ulteriori ricerche longitudinali per comprendere meglio questo complesso legame.

Questo studio, condotto dai ricercatori di Montreal nel 2019, ha aperto la strada a una migliore comprensione del ruolo del microbiota intestinale nella patogenesi della fibromialgia. Queste scoperte potrebbero portare ad approcci terapeutici innovativi basati sulla modulazione del microbioma per migliorare i sintomi nei pazienti affetti da questa malattia invalidante.

Articoli consigliati

it_ITItalian